+39 335 303240 info@casinadimanon.it

I sentieri escursionistici, di diversi livelli di difficoltà, rappresentano una proposta di turismo dolce alla scoperta di una viabilità secondaria di grande valore paesaggistico e ambientale.

Il Comune di Vinci si estende a nord sulle pendici del Montalbano, un’area collinare di circa 16.000 ettari compresa tra le province di Firenze, Pistoia e Prato. Quest’area, resa celebre dai disegni e dagli schizzi di Leonardo da Vinci, racchiude eccellenze sia di carattere paesaggistico-ambientale, che storico-artistiche: borghi medievali, castelli, pievi, parchi naturalistici, siti archeologici, ville ed un paesaggio di rara bellezza.

Il Montalbano fu abitato sin dalla Preistoria e conserva tuttora tracce di insediamenti etruschi e di numerosi castelli medievali; tra XVI e XVII secolo poi, un’ampia parte del territorio fu destinata a riserva di caccia della famiglia Medici con l’istituzione del Barco Reale Mediceo del quale oggi si possono ammirare brevi tratti delle mura perimetrali.

L’insediamento umano, caratterizzato da ville padronali, eleganti fattorie e numerose case coloniche, così come la mano dell’uomo-agricoltore, non hanno nei secoli danneggiato il territorio, bensì hanno contribuito alla creazione di una sorta di “campagna-giardino” con un paesaggio caratterizzato dalle coltivazioni della vite in pianura, dell’olivo sui pendii più alti e dai boschi di castagni sulle sommità.

In questo contesto si snoda una fitta rete di percorsi pedonali e ciclabili indicati con apposita segnaletica in bianco e rosso e descritti nella guida del Montalbano in vendita presso il Museo Leonardiano.

Fonte: Comune di Vinci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: